Home Politica Sannio, perché la politica del cosa è preferibile a quella del chi

Sannio, perché la politica del cosa è preferibile a quella del chi

Ci hanno spesso detto, spiegato e dimostrato, di come la politica fosse idea e pensiero. Quella politica che, più in gergo, viene definita ‘’del cosa’’. Sarebbe un po’come ascoltare proposte, senza sapere chi le abbia avanzate. Questa è, o sembra essere, la più alta forma di politica. La politica del cosa, di moda sempre più di rado, spesso scende sul campo di battaglia dell’arena politica e si trova, irrimediabilmente, a dover fare i conti con la politica del chi. La Settimana politica Sannita è stata piuttosto tormentata: hanno interessato la stampa locale, non solo vicende locali legate ai risvolti politici di Benevento città, ma anche alcuni fatti riguardanti la nostra provincia. Perché, a volte, sono proprio alcuni episodi che fanno riflettere sul chi o sul cosa di cui prima.

L’Ospedale di Sant’Agata de’Goti, ‘’S. Alfonso Maria dei Liguori’’, complice anche il clima torrido, presenta diverse difficoltà inerenti al sistema di condizionamento. Alcuni reparti sembrano avere, purtroppo, quasi una sauna all inclusive. Si comprenderà, ora, le enormi difficoltà che un qualsiasi paziente, fosse pur giovane e ricoverato per un semplice controllo di routine, debba affrontare con tale situazione. Un problema che c’è, oggettivo. Un dato di fatto, senza giri di parole. La politica, quella del cosa, ha provveduto, come spesso si fa, ad alzare l’attenzione mediatica relativamente a tale problematica. Lo ha fatto, inviando addirittura una lettera al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, un’altra ex ministro, la Sannita Nunzia De Girolamo. La deputata forzista, dicevamo, ha portato all’attenzione mediatica il disagio vissuto. Tempo ventiquattro, la politica, quella del chi stavolta, ha inteso replicare. ‘’L’On. De Girolamo sbaglia, non sa che la competenza è della Regione, non del ministro.’’ Questa la sostanza della nota stampa diramata dal circolo cittadino del Partito Democratico di Sant’Agata dei Goti. La replica del chi, ha effettivamente, contribuito a risolvere l’oggetto del contendere, ovvero il cosa? Il problema, sollevato dall’On. Nunzia De Girolamo, risulta essere risolto con una sorta di scaricabarile che il PD ha inteso avanzare nei confronti della Regione Campania ? L’attenzione che i dem, erroneamente, hanno inteso puntare sul chi avesse sollevato la questione, preoccupandosi più di sminuire il fautore dell’asticella mediatica, che di risolvere l’effettiva problematica, fa riflettere. Il ministro della Salute, a prescindere dalle specifiche e burocratiche competenze, è moralmente obbligato a garantire, quotidianamente, le condizioni minime di vivibilità all’intero dei nosocomi italiani? Qualora la risposta fosse negativa, saremmo in grande difficoltà. Lo ammettiamo.

Così come, le vicende politiche che in questi ultimi giorni stanno interessando il Consiglio Comunale di Benevento, aprono una riflessione avente, ad oggetto, il medesimo assioma del sopra citato episodio. Alternativa Popolare, ex Area Popolare a sua volta ex Ncd, a sua volta ancora ex Forza Italia, crea, con tre consiglieri comunali eletti poco più di un anno fa, in seno alla coalizione di maggioranza, un nuovo gruppo consiliare. La collocazione del neonato gruppo non sembra essere però molto chiara: Alternativa Popolare, alle Elezioni Amministrative correva infatti al fianco del Partito Democratico a sostengo di Raffale Del Vecchio quale candidato sindaco. Il sindaco Mastella chiosa, subito, un chiaro diniego all’ingresso di AP in maggioranza. Una chiara presa di posizione, che trova riscontro anche in Forza Italia, che, senza dietrologie, chiede di non modificare gli equilibri politici della coalizione di maggioranza. Il partito azzurro lo fa attraverso una posizione ufficiale condivisa sia dalla parlamentare sannita, Nunzia De Girolamo, sia dallo stesso coordinatore provinciale, Fernando Errico. Ed è qui che, si scatena, irrimediabilmente, la politica del chi. ‘’Nunzia De Girolamo non è coerente’’ chiosa un comunicato stampa a firma del gruppo politico di Alternativa Popolare. Il chi, risponde al cosa. Forza Italia riflette sul cosa, altri rispondono sul chi. L’eventuale incoerenza dell’ex ministro Sannita, riabiliterebbe Alternativa Popolare? Partito che, tra le altre cose, dati alla mano e stante alle recenti Elezioni Amministrative ha stretto alleanze sia in coalizione con il centrodestra che con il centrosinistra. Scelte che, molto francamente, non ci sentiamo di giudicare. Scelte che però, danno una chiara lettura rispetto ai due assiomi punto cardine di questo pezzo. Perché al cosa risponde il chi? Ai cittadini interessa, molto chiaramente, se la competenza del sistema di condizionamento dell’Ospedale di Sant’Agata dei Goti spetti alla Regione o allo Stato centrale? Oppure interesserebbe la risoluzione della problematica?

Per questo, è bene suggerire, a prescindere dalle contorte reazioni, di preferire sempre la politica del cosa. Chi ha idee, chi fa proposte, chi affrontata i problemi della collettività, a prescindere dal corso degli eventi, non avrà mai torto.