Home Attualità Sagnalate diverse irregolarità avvenute alle scorse elezioni per il rinnovo delle cariche...

Sagnalate diverse irregolarità avvenute alle scorse elezioni per il rinnovo delle cariche presso l’AUSER Benevento

I sottoscritti Marcello Di Pinto, Maria Di Natale, Giuseppe Coretti, Giuseppina Pedicini e Assunta Sarnelli, in qualità di soci e sostenitori dell’AUSER (Filo d’Argento ed Uselte) di Benevento portano a conoscenza della S.V. quanto segue:
1. Nella riunione congressuale per il rinnovo delle cariche elettive, del 20 gennaio 2017, si sono verificate gravi irregolarità nelle operazioni di voto. La riunione è stata presieduta dal presidente regionale Franco Buccino e dopo le formalità di rito i presidenti uscenti Marcello Di Pinto e Giuseppe Iodice hanno rinnovato la loro candidatura, mentre per il consiglio direttivo il dottor Buccino ha presentato due liste bloccate di nove candidati ognuna (Uselte e Filo d’Argento) senza che nessuno dei candidati avesse espresso la propria candidatura; inoltre tra i candidati vi erano assenti, persone non conosciute e non frequentanti l’Associazione. Nonostante varie contestazioni dei soci, il presidente Buccino ha imposto e fatto votare le sue liste (per Uselte e Filo d’Argento).

2. Per le elezioni dei due presidenti, il presidente Buccino congedata l’assemblea dei soci, ha affermato che l’elezione dei presidenti era competenza solo dei due direttivi (quelli imposti da lui). Ci si chiede e si chiede alla S.V. per quale motivo i presidenti non debbano essere votati dall’intera assemblea ? Noi riteniamo che tale elezione non sia né democratica, nè trasparente. Nonostante le contestazioni si è passati alle votazioni: il direttivo ‘pilotato’ Filo d’Argento ha votato il signor Iodice, il direttivo ‘pilotato’ in senso contrario non ha votato Di Pinto. A questo punto una socia del direttivo proponeva la professoressa Adriana Pedicini, che non frequentava più l’AUSER Benevento e che si era presentata giusto per la votazione truccata. Il presidente Buccino pur con la consapevolezza che la professoressa Pedicini non aveva presentato la propria candidatura, ha disposto le consultazioni e attraverso i membri del direttivo, con votazioni segrete, è stata eletta la stessa professoressa Pedicini. Ora molti iscritti all’AUSER Benevento si chiedono: “è possibile eleggere chi non si candida? Le elezioni sono state democratiche e trasparenti? Perché creare divisioni?
E’ un invito alla S.V. a valutare tali questioni per evitare di creare un’immagine non positiva dell’AUSER nella nostra città.