Home Politica Nunzia De Girolamo al convegno della Fondazione Romano a Telese Terme, applausi...

Nunzia De Girolamo al convegno della Fondazione Romano a Telese Terme, applausi e approvazione per la deputata

Un intervento concluso tra applausi quello che l’On. Nunzia De Girolamo ha tenuto oggi pomeriggio al Grand Hotel di Telese Terme nell’ambito del convegno ‘’La Responsabilità sanitaria dopo la legge Gelli – Bianco, assicurazioni tutele e rischi per i medici e strutture di cura’’organizzato dalla Fondazione Gerardino Romano sotto la direzione scientifica del Dott. Felice Casucci e del Dott. Fernando Panarese.

‘’Voglio essere chiara e diretta, – ha esordito nel suo intervento la deputata di Forza Italia – questa è una riforma monca, non ho alcun problema a dirlo. Per l’impostazione che le è stata data si mettono i professionisti in una situazione di forte disagio. Non si può pensare, minimamente, che un medico debba aver timore di fare una diagnosi o una terapia. Così come , allo stesso tempo, non si può avviare un processo di eccessiva burocratizzazione delle medicina. Credere di poter dettare – incalza la De Girolamo – specifiche linee guida che tolgono ampio spazio alle capacità dei tanti professionisti che sono presenti nei nostri ospedali, è quanto di più illogico si potesse fare. Perché dobbiamo partire proprio da questo presupposto. Spesso andiamo a ricercare specifiche professionalità quando le abbiamo in casa. È anche vero, e sarebbe da ipocriti nasconderlo, che alcuni casi specifici fanno riflettere: la generalizzazione, senza i dovuti distinguo è la cosa peggiore che possa esserci. Certo è, non possiamo nascondere che a fronte dei tanti problemi che vive la sanità nella nostra Regione, la scorsa estate il Presidente Vincenzo De Luca aveva tentato un blitz di Ferragosto, saggiamente smascherato dal nostro gruppo regionale, per l’aumento degli stipendi ai manager delle Asl. Quando sente queste notizie, – prosegue la deputata di Forza Italia – il cittadino non può che essere sfiduciato. Ed è anche comprensibile che lo sia, però non possiamo nascondere come le tante professionalità presenti nei nostri ospedali lavorino quotidianamente con spirito di sacrificio e per offrire, nel migliore dei modi possibile, un servizio essenziale alla collettività. Se al contempo però, tramite questa recente riforma, che sostanzialmente va a sostituire la precedente, andiamo a disincentivare specifiche potenzialità, allora non facciamo il gioco del gambero. Tutto ciò si ripercuote anche sull’efficienza ed efficacia dei servizi offerti ai cittadini. Non possiamo permettere, come fa questa nuova legge, di tutelare solo il guadagno delle assicurazioni.’’

L’intervento dell’On. Nunzia De Girolamo si è concluso con la lettura di una frase apparsa qualche giorno fa su un giornale nazionale, come commento della Legge Gelli – Bianco: ‘’Un medico compie scelte, in una manciata di minuti, decisive per la vita di una persona: e sa che se sbaglierà finirà sotto tutela giudiziaria. Ogni giorno un giudice compie scelte, in una manciata di anni, decisive per la vita di una persona: e sa che se sbaglia non finirà sotto tutela sanitaria.’’ E qui, inevitabilmente, sono partiti gli applausi della platea.