Home Politica Gelate Aprile 2017, Fernando Errico: ”Sannio escluso da calamità, De Girolamo presenterà...

Gelate Aprile 2017, Fernando Errico: ”Sannio escluso da calamità, De Girolamo presenterà interrogazione”

Il sindaco Fernando Errico

‘’Sulla Gazzetta Ufficiale n. 253 del 28 ottobre 2017 è stato pubblicato il Decreto Ministeriale n. 24978 del 25 settembre 2017 con il quale il Ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha dichiarato l’esistenza del carattere di eccezionalità per i danni alla produzione causati dalle gelate del periodo 18-22 aprile 2017. Le imprese agricole che hanno subito danni alla produzione e che ricadono nei territori delimitati possono proporre domanda di aiuto entro e non oltre il 12 dicembre 2017. Peccato che la Provincia di Benevento sia stata completamente esclusa dai territori nei quali le aziende possono fare domanda.’’

Si apre così la nota stampa di Fernando Errico, coordinatore provinciale di Forza Italia.

‘’La gelata del 18/22 Aprile 2017, – prosegue il coordinatore Errico – provocò ingenti danni anche ai vigneti del Sannio: i più importanti furono registrati nell’area confinante con il casertano, tra Sant’Agata de’ Goti, Dugenta e Limatola, nell’hinterland beneventano, nella zona di contrada Torrepalazzo (verso Ponte) e nella valle Telesina tra Puglianello, Amorosi, Telese Terme e Melizzano. La stessa Provincia di Benevento, nei giorni successivi alla calamità, deliberò per richiedere il riconoscimento dello stato di calamità. Il Ministero – incalza il dirigente azzurro – ha pensato invece di escludere la Provincia di Benevento. Proprio per questo, a tutela delle decine di aziende che hanno subito danni irreversibili per l’annata 2017, chiederemo all’On. Nunzia De Girolamo di procedere con una interrogazione indirizzata al Ministro dell’agricoltura, Maurizio Martina, al fine di capire le reali motivazioni che hanno spinto lo stesso Ministero ad escludere la nostra Provincia e dunque, le nostre aziende. Siamo stanchi di essere considerati, – conclude Fernando Errico – anche in situazioni come queste, cittadini di serie B.’’