Home Dai Comuni Alta Irpinia: importanti interventi per la salute pubblica

Alta Irpinia: importanti interventi per la salute pubblica

Un nuovo progetto dedicato alla salute pubblica verrà attivato in Alta Irpinia entro la fine del 2018; saranno Infatti approntati nove posti letto nella speciale unità per l’accoglienza permanente dei pazienti in stato vegetativo e di minima coscienza.

Al via il cantiere

Nei giorni scorsi il cantiere è stato consegnato per l’avvio dei lavori di ristrutturazione e riqualificazione degli ambienti che saranno la sede della nuova struttura situata all’ultimo piano dello stabile dell’ex presidio ospedaliero di Bisaccia; la nuova unità speciale occuperà un’area di circa 600 metri quadrati che confinerà  con quella che verrà realizzata nei prossimi mesi dell’Ospedale di Comunità.

Strutture adiacenti

Tutti e due gli interventi sono finanziati dalla legge di stabilità e vengono realizzati nell’ambito della strategia Nazionale Aree Interne che vede il territorio dell’alta Irpinia il pilota per questa esperienza riguardante la Regione Campania; UN  investimento per questo nuovo luogo di salute pubblica che ha un costo pari a a circa un milione di euro.

Strutture specializzate

Queste due nuove realtà sociosanitarie copriranno la metà del fabbisogno del territorio irpino per quello che riguarda i malati con gravi patologie e pazienti in stato vegetativo e di minima coscienza; i servizi forniti saranno gestiti da personale altamente qualificato che disporrà anche di strumentazioni di alto livello e di ultima generazione; un progetto importantissimo per garantire assistenza continua qualificata in un ambiente specialistico dove i malati saranno in piena sicurezza.

Come da comunicato gli organi competenti hanno dichiarato:

  • L’intervento è strategico perché risponde alla necessità di adeguamento dell’offerta di servizi residenziali previsto dai documento di programmazione regionale, e contribuisce a coprire, con una struttura pubblica, metà del fabbisogno provinciale di posti letto per pazienti in Stato Vegetativo e di Minima Coscienza. Questi soggetti – che hanno raggiunto la stabilità clinica – sono portatori di “gravissima” disabilità, che al pari di altri con importanti patologie croniche, necessitano di terapie di prevenzione, mantenimento e cura presso strutture pubbliche o private accreditate di carattere sociosanitario. –