Home Attualità Caso Mensa, Altrabenevento attacca l’assessore Ingaldi

Caso Mensa, Altrabenevento attacca l’assessore Ingaldi

Altrabenevento ritorna sulla questione mensa scolastica, attaccando l’assessore Amina Ingaldi. Ad intervenire, il Presidente Gabriele Corona, che in una nota stampa, pone alcune domande relativamente alla vicenda mensa che in queste settimane sta tenendo banco. ”L’assessora Amina Ingaldi, esordisce la nota stampa, ha sempre assicurato che la mensa scolastica è gestita benissimo dalla cooperativa Quadrelle 2001 perché tutti i controlli effettuati avrebbero confermato, a suo avviso, la qualità dei pasti e il rispetto del Capitolato. E’ andata pure ad assaggiare personalmente il cibo prodotto che le è piaciuto assai assai. Di diverso parere la consigliera comunale di maggioranza, Pina Pedà, diestista, che ha espresso molti dubbi sul servizio segnalando, tra l’altro, che la provenienza dei prodotti non è mai stata accerta. Per dare efficacia ai controlli la Pedà il 23 dicembre, prima di rinunciare all’incarico conferito dal sindaco Mastella, ha presentato al protocollo dell’Ente la nuova proposta di Carta dei Servizi di cui però non si è sentito parlare più.

Che fine ha fatto? Perché la assessora Ingaldi non l’ha proposta in discussione alla Commissione Consiliare? Nonostante la clamorosa rinuncia della dietista, la Ingaldi ha continuato a cantare le lodi della Quadrelle 2001 per la corretta gestione del servizio e il rispetto del Capitolato e delle leggi. E’ stata smentita però dalle organizzazioni sindacali che denunciano continuamente il mancato pagamento degli stipendi e dei contributi.

L’assessora però non demorde e convinta che la sua parola diffusa dai soliti giornalisti acritici e compiacenti, possa rassicurare molto di più della semplice constatazione dei fatti, ha pure dichiarato di aver visitato il centro di cottura trovando tutto meravigliosamente in regola. Non ci spiega però, perché davanti alle cucine ci sono ancora decine di quintali di rifiuti di ogni tipo ammucchiati dagli inizi di novembre, da quando cioè è cominciato il servizio dell’amministrazione Mastella-Ingaldi. Abbiamo segnalato il fatto alcuni mesi quando denunciammo anche che la Quadrelle 2001 non aveva chiesto il ritiro da parte dell’ASIA e probabilmente non pagava neppure la TARSU. Ingaldi evidentemente ha fatto finta di non accorgersi del problema e allora noi ripetiamo: assessora, le sembra igienico quel cumulo di monnezza lasciato alle intemperie e frequentato dai cani proprio davanti al centro di cottura della mensa per i bambini? Lei che bacchetta i consiglieri che non vogliono pagare il parcheggio, ha controllato se la Quadrelle 201 paga la Tassa Rifiuti al Comune di Benevento in dissesto finanziario?